Quando ero bambino

 

Ti ricordi amore

I nostri valzer a Vienna

Le nostre passeggiate

Lungo la Senna malinconica

Ed i nostri sguardi furtivi alla luna?

Ora

Abbruttiti nella nostra piccola città

Nel nostro piccolo paese

Forse tu non ricordi.

Ricordi, amore

I deserti dove giocavamo a rincorrerci?

Non ti sembra di rivivere

Il nostro viaggio verso il sole di mezzanotte?

Anche se solo nella fantasia

Questi posti li abbiamo vissuti.

Ma forse proprio per questo tu

Non ricordi.

Ma certo ricorderai

Il mio volerti tenere per mano

E scendere cosi

Le lunghe scalinate di un primo piano.

Certo ricorderai quelle emozioni nuove

Quel tuo rossore improvviso e ... strano.

Ricordi come ti ho perseguitata?

Ossessivo, spietato

Pieno di bene

Per carpirti ed essere felice.

E quel tuo rossore strano?

Strano.

Ora non ricordi nemmeno questo

E non vuoi ricordare:

Mi dici col tempo

Ma il tempo guarisce

Non sana.

Ed è proprio questo tempo che mi condanna

E che io condanno ancora:

Perché vorrei conservarti

Anche così, smemorata.

Ma mi accorgo che è impossibile.

E che più passa, il tempo

Più la tua dolce figura

Si fa lontana.

 

Pagina iniziale
Indice delle poesie