Aspettando la sera

 

Come ogni giorno son qua
Aspettando la sera,
Dolce pane della mia esistenza.
Ma come ogni giorno
Quando la sera si cangia in notte
Mi accorgo che
Vana e la mia vita.
E mi tornan le chimere,
I sospiri
E la voce sua
Che il lampione rischiara
Tenebroso e ambiguo
In un fosco chiarore di luna
Stanca del solito girovagare.
Ma di chi la sera se non mia?
E mentre gli alberi si allungano in ombra
Sulla strada consumata
Ed io mi immergo sempre pi nel dolce presente
E la voce sua sparisce per sempre nel mio sonno ...
La luna corsa a farsi bella
E a specchiarsi nel pozzo.

 

Pagina iniziale
Indice delle poesie