TOTALITA' COSMICA DELL'UOMO

Prima che l'uomo venisse alla luce esisteva già. Era solo dislocato in un'altra dimensione, una dimensione invisibile, ma comunque reale. Certo che se volessimo riconoscere solo quello che vediamo -  e vediamo realmente poche cose - di quante cose " vere " dovremmo privarci! Di tutti i colori esistenti noi ne distinguiamo solo una parte. I raggi x, gli infrarossi, gli ultravioletti ecc. non li vediamo, ma esistono con tutti i loro effetti benefici o dannosi che siano. Credo che nessuno di noi vuole ridursi a vedere di meno per pensare e cercare di meno. La carpa - un pesce - vede solo il giallo. Per questo gli appassionati di pesca usano il chicco di granturco o la polenta allo zafferano, perché sanno che quel pesce abboccherà. Ma non esiste solo il giallo. La mucca vede solo grigio.Ma non esiste solo il grigio. L'uomo vede quasi tutti i colori, ma non esistono solo quelli e non per questo possiamo ignorare quelli che non vediamo. E' risaputo che noi riusciamo a vedere gli oggetti, le cose, le persone solo se questi possono emanare luce riflessa, in altre parole solo se l'ambiente è illuminato. Vi siete mai chiesti perché, per esempio, una foglia è verde? Non perché lo è e basta, ma solo perché quando è illuminata trattiene tutti i colori respingendo solo il verde. Il nostro occhio, la nostra retina percepisce quel colore e quello solo e lo definisce tale: la foglia è verde. Lo stesso dicasi per il papavero che è ... rosso o per un nostro vestito che è ...blu. Immaginate un po' cosa succederebbe se un corpo, un oggetto non emanasse un colore visibile, un colore che appartenesse allo spettro comunque reale ma emanasse vibrazioni impercettibili all'occhio umano: noi non lo distingueremmo. In effetti l'occhio funziona così: la nostra retina interagisce solo se colpita da vibrazioni, frequenze - e i colori sono solo delle vibrazioni, delle frequenze - per cui sa interagire, altrimenti non distingue. L'uomo sembra essere limitato. In un certo senso, in questi termini, forse lo è. Ma allo stesso tempo gli si apre una prospettiva immensa: le sue vibrazioni, visibili o invisibili che siano, lo compongono e ne costituiscono la struttura dalla testa ai piedi. L'uomo è vibrazione costante e perenne, immutabile come tutte le cose che vivono ed esistono. Se non siamo capaci ad uscire dal concetto di " massa " o almeno a definire che la massa stessa è energia, vibrazione assoluta, non scopriremo mai la nostra eterna verità e destinazione. Spieghiamoci meglio. Come per i colori che alcuni sono visibili ed altri no, anche per le masse - intese proprio come concetto della fisica - alcune possono essere visibili ed altre no! Più la massa atomica di un corpo coesiste strettamente più lo stesso è ...duro, consistente, visibile. Più la massa atomica è rarefatta più lo stesso è morbido, gassoso, invisibile. Avete mai ...visto...l'aria. No, però esiste, ci avvolge. Ci sono dei corpi che non riusciamo a distinguere, a vedere. Ma esistono.  L'uomo, come tutte le cose che esistono, emana vibrazioni, Bioenergia: questa non si vede, ma esiste. Quando il corpo si ammala per una patologia prima ancora si è "  ammalata " la sua vibrazione, la sua bioenergia. E' l'energia che dà forma alla massa. Tanto è vero che quando le vibrazioni sono alterate il corpo si ammala. Sia a livello fisico che mentale. Tanto è vero che si altera anche  l'aspetto fisiognomico: il corpo, i lineamenti, si alterano. Fate caso ad un malato mentale: il suo volto è alterato nei lineamenti. Prima che si ammalasse magari non lo era affatto. Una vibrazione alterata altera a sua volta la massa. Ecco perché per curare l'Uomo non serve - o non basta - curare il suo corpo, ma serve soprattutto ripristinarlo a livello vibrazionale, energetico. L'Uomo è nato come tale nella Mente di Dio che è a sua volta Vibrazione Primordiale Creante. E creante a Sua immagine e somiglianza. E se Dio non ha braccia, gambe o volto e non mangia o beve, ma è " Spirito e Verità " la nostra unica somiglianza con Lui è in quella vibrazione bioenergetica che tutti abbiamo dentro e che è la sola che fa di noi ... un Uomo. E' un po' come se ognuno di noi fosse fatto di due parti, due sostanze: una visibile e l'altra invisibile. La prima - il corpo, la massa - si vede, l'altra - l'insieme vibrazionale No. Ma c'è. Anzi forse è la sola cosa che c'è. Ma questo è un approfondimento a livello animistico che per ora ometto di fare. Curare l'Uomo sotto l'aspetto vibrazionale significa volerlo guarire veramente o metterlo in condizione di autoguarirsi. La consapevolezza già guarisce, la Verità guarisce.

 

(Per qualsiasi consiglio vi possa necessitare contattatemi tranquillamente telefonicamente, per lettera o per e-mail. Cercherò di rispondervi al più presto)

(Tratto da:  Corso di Biopranoterapia e Scienze Bioenergetiche di Fiorenzo Depinesi)

Torna alla pagina iniziale